Harbour informations about: Dwelling

Si conoscono abitazioni e officine impiantate in epoca tarda nelle strutture dei magazzini, mentre è in corso di scavo l’importantissima basilica cristiana di IV secolo, erroneamente riconosciuta in precedenza come lo "Xenodochio" ossia ricovero per i pellegrini, eretto dal senatore Pammachio nello stesso periodo.


Ostia-Traiano


Ad angolo retto con il lato nord-orientale dei magazzini cd. severiani si trova il vasto complesso edilizio noto come palazzo imperiale.

Nel passato, esso è stato solo in parte oggetto di scavi, o meglio di recuperi, per l’acquisizione di suppellettili preziose e materiale architettonico di grande qualità.
In origine l’edificio aveva un doppio affaccio sia sul porto di Claudio che su quello di Traiano.
Dalla parte del bacino di Claudio, era presente una terrazza pensile su archi ciechi. Questa struttura probabilmente risale all’epoca neroniana.
Crollati per intero i piani superiori, resta in discreto stato quasi dovunque la rete sotterranea dei servizi, penalizzata soprattutto dall’incuria e dalle infiltrazioni delle radici delle piante di alto fusto sviluppatesi sugli interri.
L’estensione del complesso, come anche la differenziazione funzionale delle sue parti (con l’eccezione di due impianti termali), non sono ancora conosciute: la posizione privilegiata e il fatto che vi giungesse un’apposita deviazione dell’acquedotto portuense, oltre alla qualità delle decorazioni di cui ancora ci si meravigliava nel Rinascimento, farebbero pensare a un quartiere di rappresentanza per i viaggiatori di alto rango, per ambascerie e per le soste della famiglia imperiale.


Ostia-Traiano


The area of the dockyard was surrounded by workers’ dwellings (they housed the workers that had undertaken the heavy work of constructing the walls and the harbour installations of Piraeus), barracks, shipbuilding warehouses, equipment warehouses, craftwork shops, and places for the entertainment of the ships’ crews (Panagos, Ch.Th., p237). A industrial zone that surrounded the port of Zea as well as Munychia must not have been included by Hippodamus in the drawing up of the plans for the city of Piraeus that followed the construction of the dockyards.




Piraeus



Recentemente, è stato dimostrato che questa era solo una parte dell’edificio, quella destinata ad abitazione degli schiavi ("ergastula"). I magazzini veri e propri erano più a est, tra gli "ergastula" e la collina di Testaccio.


Roma


Back to the homepage of NAVIS II